12/08/2019

Sezione Lavoro Ordinanza n. 17360 del 27/6/2019 Pubblico impiego – supposto demansionamento – richiesta reintegra in precedenti funzioni e risarcimento del danno – principio di diritto

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (CORTE CASS. Ordin. 17360 - 2019.pdf)CORTE CASS. Ordin. 17360 - 2019.pdf 545 Kb

Segnalazione da U.O. Monitoraggio contratti e legale

“…come da questa Corte più volte affermato (v. Cass. 21 maggio 2009, n. 11835) in materia di pubblico impiego privatizzato, l'art. 52, comma 1, del d.lgs. 30marzo 2001, n. 165, che sancisce il diritto alla adibizione alle mansioni per le quali il dipendente è stato assunto o ad altre equivalenti, ha recepito - attese le perduranti peculiarità relative alla natura pubblica del datore di lavoro, tuttora condizionato, nell'organizzazione del lavoro, da vincoli strutturali di conformazione al pubblico interesse e di compatibilità finanziaria delle risorse - un concetto di equivalenza 'formale', ancorato alle previsioni della contrattazione collettiva (indipendentemente dalla professionalità acquisita) e non sindacabile dal giudice (v. Cass. 19 agosto 2001, n. 17396; Cass. 5 agosto 2010, n. 18283; Cass., Sez. Un., 4 aprile 2008, n. 8740; v. anche le più recenti Cass. 26 marzo 2014, n. 7106; Cass. 19 agosto 2016, n. 17214; Cass. 16 luglio 2018, n. 18817)” Sulla base di tale principio di diritto la Corte respinge il ricorso di un dipendente comunale che, lamentando una sua presunta dequalificazione, chiedeva la reintegra nelle precedenti funzioni ed il risarcimento del danno da avvenuto demansionamento.

 
Banca Dati Contratti Integrativi
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni