15/04/2019

Sezione Autonomie n. 4/2019 Enti Locali – Limiti assunzionali – Comuni piccole dimensioni

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (delibera_ sezione autonomie 4_2019.pdf)delibera_ sezione autonomie 4_2019.pdf 385 Kb

Segnalazione da U.O. Monitoraggio contratti e legale

Il Collegio interviene in relazione all’interpretazione del comma 562, dell’art. 1, della L.296/2006 (legge finanziaria 2007) che ha stabilito il limite massimo alle nuove assunzioni e il relativo tetto massimo finanziario, per i Comuni di minori dimensioni. Tenuto conto dei diversi indirizzi interpretativi forniti dalle Sezioni regionali di controllo, la Sezione si è pronunciata enunciando il seguente principio di diritto al quale si conformeranno tutte le sezioni regionali di controllo: “Nel rispetto di tutte le altre disposizioni normative che disciplinano l’assunzione presso le amministrazioni pubbliche e ferma restando la vigenza di entrambi i vincoli posti dall’art. 1, comma 562, della legge n. 296/2006, la determinazione dei limiti assunzionali ivi contenuti, può prescindere dalla corrispondenza numerica tra personale cessato e quello assumibile, a condizione che permanga l’invarianza della spesa e, quindi, venga rispettato il tetto di spesa per il personale sostenuto nell’anno 2008. Conseguentemente, purché si verifichino dette condizioni, il limite assunzionale può ritenersi rispettato anche quando, a fronte di un’unica cessazione a tempo indeterminato e pieno, l’Ente, nell’esercizio della propria capacità assunzionale, proceda a più assunzioni a tempo parziale che ne assorbano completamente il monte ore”.

 
Banca Dati Contratti Integrativi
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni