04/03/2019

Sezione Regionale controllo Lombardia n. 26/2018 Enti Locali – Assegno nucleo familiare – Non incluso nell’aggregato spesa per il personale

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (corte conti 26_2018_Lombardia (1).pdf)corte conti 26_2018_Lombardia (1).pdf 379 Kb

Segnalazione da U.O. Monitoraggio contratti e legale

Il Collegio affronta la questione inerente l’esclusione o meno dall’aggregato di spesa delle somme destinate agli assegni per il nucleo familiare, discostandosi dai chiarimenti applicativi forniti dalla Ragioneria Generale dello Stato (circolare n. 9/2006), evidenziando che: “alla luce della natura assistenziale dell’istituto degli ANF, concordemente riconosciuta dalla Corte di Cassazione, e della circostanza che la corrispondente voce di spesa non sia prevedibile e programmabile dall’ente tenuto all’erogazione dell’assegno in presenza dei requisiti previsti dalla legge, si possa escludere la sua riconducibilità nell’ambito del disposto recato dai commi 557 e 557-quater, dell’art. 1 della legge n. 296/2006. Sostengono tale convincimento le seguenti ragioni: a) non riconducibilità dell’assegno per nucleo familiare all’attività lavorativa resa dal dipendente, bensì alla situazione reddituale del nucleo familiare del dipendente medesimo; b) assenza di qualsiasi discrezionalità amministrativa nel governo di tale voce di spesa, non riconducibile ad alcuna volontà dell’ente volta ad espandere la spesa per il personale; c) indeterminatezza e imprevedibilità della spesa per ANF che sfugge all’adozione da parte dell’ente di interventi programmatori e gestionali che consentano di adottare misure idonee al suo contenimento”(ex pluris: Cass.Sez. lavoro sent. n. 635/2015; Corte conti -Sez. Autonomie del. 2/2010).

 
Banca Dati Contratti Integrativi
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni