In merito si osserva che il codice disciplinare introdotto dall' art. 13 del CCNL del 12 giugno 2003, al comma 6, lett. b) prevede la possibilità di comminare la sanzione del licenziamento senza preavviso in caso di "condanna passata in giudicato per un delitto commesso in servizio o fuori servizio che, pur non attenendo in via diretta al rapporto di lavoro, non ne consenta neanche provvisoriamente la prosecuzione per la sua specifica gravità." In tal caso, come si evince dal successivo art. 14, comma 5, la sanzione non ha carattere automatico essendo la stessa correlata all'esperimento di un procedimento disciplinare. Pertanto, l'amministrazione dovrà attivare tale procedimento, nei termini previsti dall'art. 55-bis del d.lgs. n. 165 del 2001.

 
Accertamento rappresentatività