12/04/2012

Nota A.Ra.N. 10 aprile 2012, prot. 15131

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Nota Aran 10 aprile 2012 (0015131-2012).pdf)Nota A.Ra.N. 10 aprile 2012 prot. 15131 32 Kb

Nota A.Ra.N. 10 aprile 2012, prot. 15131

A tutti gli Enti del comparto

Regioni e Autonomie locali

OGGETTO: Ottemperanza alla sentenza n. 58899/11 del 19 maggio 2011 emessa dal Tribunale di Roma – Revoca ammissione con riserva del CSA Regioni Autonomie locali per il biennio 2008-2009 - chiarimenti

A seguito della nota Aran n. 14500 del 2 aprile 2012, con la quale si comunicava la revoca dell’ammissione con riserva del CSA Regioni Autonomie Locali, numerosi enti hanno richiesto chiarimenti sul significato da attribuire alla locuzione “ai sensi della vigente normativa contrattuale, il CSA Regioni Autonomie Locali perde la titolarità dei permessi e delle prerogative nei luoghi di lavoro.

In merito, si precisa che il CSA Regioni Autonomie Locali, in conseguenza della revoca dell’ammissione con riserva per il biennio 2008-2009, perde lo status di organizzazione sindacale rappresentativa nel biennio in parola e, pertanto, non ha più diritto a fruire dei permessi e di tutte le prerogative di cui al CCNQ 7 agosto 1998 (es. assemblea, bacheca, ecc.).

Per quanto attiene, invece, all’ammissione alla contrattazione integrativa, si ricorda che il Comitato Direttivo dell’Aran con la delibera 15/2009, ha fornito indicazioni sulla composizione dei tavoli di contrattazione in parola, evidenziando che di norma alla stessa partecipano le organizzazioni sindacali di categoria firmatarie del CCNL relativo al quadriennio normativo – I biennio economico (nel caso in questione CCNL del 11 aprile 2008). Tale delegazione, a seguito della sottoscrizione del CCNL relativo al II biennio economico, viene integrata dalle OO.SS. che hanno sottoscritto quest’ultimo contratto, qualora differenti.

IL PRESIDENTE

Dott. Sergio Gasparrini

(firmato)