19/02/2020

CQRS52

Il dirigente sindacale che usufruisce di permessi sindacali retribuiti ha diritto al buono pasto?

La circostanza che l’attività sindacale in alcuni casi sia retribuita non comporta assolutamente che essa sia assimilabile all’attività di servizio “istituzionale” con riguardo all’applicazione di istituti economici relativi al salario accessorio, al rimborso spese o ai buoni pasto. Essa, infatti, non può considerarsi utile ai fini della durata della prestazione lavorativa. Tanto premesso, per quel che concerne specificatamente il riconoscimento dei buoni pasto, resta fermo che qualora il lavoratore abbia reso, nella giornata, alcune ore di prestazione lavorativa, per verificare il diritto all’eventuale riconoscimento del buono pasto occorre far riferimento alla normativa generale prevista in merito alla erogazione degli stessi dai contratti di singolo comparto/area, non essendone prevista una specifica per il personale in permesso sindacale.