16/06/2021

CQRS163

Quale è il numero minimo di componenti della RSU previsto dall’ACQ del 7 agosto 1998? Cosa succede se la RSU scende al di sotto del numero minimo legale di componenti?

L’art 4 Parte Prima dell’ACQ del 7 agosto 1998, prevede che nelle amministrazioni che occupino fino a 200 dipendenti i componenti della RSU sono pari a 3. Al riguardo, si fa presente che, come esplicitato nelle premesse all’Accordo d’interpretazione autentica dell’11 giugno 2007 alle quali si rimanda, 3 è il numero di componenti minimo per il funzionamento della RSU.

Peraltro, a riprova di quanto sopra affermato l’Accordo quadro del 13 marzo 2013, che regola le fattispecie relative al dimensionamento scolastico, consente solo in via eccezionale e nelle sole ipotesi ivi descritte che la RSU possa essere composta da due soli componenti (cfr. art. 1, comma 4 dell’Accordo citato).

Conseguentemente, qualora l’intera RSU sia considerata decaduta le organizzazioni sindacali rappresentative del comparto dovranno essere invitate ad indire nuove elezioni. In tale ipotesi le relazioni sindacali possono proseguire per i successivi 50 gg con i componenti RSU rimasti in carica e con le organizzazioni sindacali firmatarie del CCNL, in attesa che sia eletta una nuova RSU (cfr. Accordo d’interpretazione autentica del 13 febbraio 2001).