20/10/2009

UNI_020_Orientamenti_Applicativi

Stampa PDF

Quali sono i criteri per determinare l’assegno personale di cui al DPR 3/57 in caso di trasferimento?

 

In caso di trasferimento intercompartimentale, disciplinato dall’art. 30, comma 1, del D. Lgs. 30 marzo 2001 n. 165, si attua una cessione del contratto di lavoro.

Quindi, alla data di inquadramento nei ruoli dell’amministrazione di destinazione, al dipendente trasferito si applicherà il CCNL vigente in quest’ultimo comparto, in questo caso quello dell’Università, secondo la procedura prevista dall' art. 57, comma 6 del CCNL del 16.10.2008.

Nel portare a termine questa operazione, dunque, si dovrà tenere conto del CCNL dell’amministrazione di provenienza solo fino all’atto dell’inquadramento del dipendente nella nuova amministrazione, anche se il contratto precedentemente applicato preveda scaglionamenti di benefici economici oltre la data del passaggio.

In caso contrario, allo stesso dipendente, verrebbe attribuito un doppio beneficio economico non giustificato.

 
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 1

Tel. 06.32.483.231/232
Fax. 06.32.483.393
Direttore: Dott. Pierluigi Mastrogiuseppe (interim)

Documenti correlati
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni