30/03/2004

SCU_029_Orientamenti applicativi

Stampa PDF

Chi ha l'obbligo di fornire assistenza igienico personale agli alunni portatori di handicap?

Nel merito dei quesiti formulati, si ritiene utile chiarire che il CCNL del 24/07/2003* del comparto scuola non ha innovato il quadro normativo regionale e nazionale esistente riguardo l'assistenza agli alunni in situazione di handicap.

Secondo la normativa vigente, infatti, l'effettiva realizzazione dei servizi di integrazione scolastica per gli alunni disabili si realizza attraverso la cooperazione di diversi soggetti istituzionali nelle rispettive aree di competenza.

Tale obiettivo viene concretamente perseguito dagli enti locali, le istituzioni scolastiche e le unità sanitarie locali mediante accordi di programma di cui all'art. 13, comma 1, lettera A e comma 3 della legge n.104/1992 "legge quadro per l'assistenza, l'integrazione sociale e i diritti delle persone handicappate".

Gli accordi di programma cosi stipulati costituiscono, anche dopo il trasferimento di funzioni e compiti amministrativi dello Stato alle regioni ed enti locali, ai sensi degli artt. 138 e 139 del D. Lgs. n.112/1998, lo strumento più efficace per una attività coordinata e finalizzata a garantire la realizzazione di progetti educativi, riabilitativi e di socializzazione.

Di conseguenza, nella realizzazione di tali progetti spetta all'ente locale il compito di fornire agli alunni portatori di handicap assistenza specialistica, da svolgersi con personale qualificato sia all' interno che all'esterno dell'istituzione scolastica (Protocollo d'intesa del 13/9/2000).

Tuttavia, nulla esclude che anche l'istituzione scolastica possa fornire l'assistenza sopra descritta qualora, nella logica degli accordi di programma territoriali, stipuli convenzioni con gli enti locali con cui finanziare le necessità emergenti dalla qualificazione ed ampliamento dell'offerta formativa e dalle sue ricadute sull'organizzazione complessiva del lavoro, delle attività e dei servizi, ivi comprese le prestazioni aggiuntive rese dal personale ATA.

Sull'attribuzione di queste funzioni aggiuntive si rileva che essa viene effettuata dal dirigente scolastico al personale ATA, secondo le modalità, i criteri e i compensi definiti dalla contrattazione d'istituto nell'ambito del piano delle attività.

* oggi CCNL del 29.11.2007;

 
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 1

Tel. 06.32.483.231/232
Fax. 06.32.483.393
Direttore: Dott. Pierluigi Mastrogiuseppe (interim)

Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni