09/05/2013

SCU_077_Orientament Applicativi

Stampa PDF

I compensi per gli interventi sulle aree a rischio e a forte processo immigratorio, erogati dal MIUR, siano inquadrabili tra i compensi per attività e prestazioni aggiuntive connesse a progetti finanziati dalla UE, da Enti o istituzioni pubblici e privati  e per cui rientrino tra la gamma dei compensi da corrispondere al DSGA o se gli stessi debbano essere considerati quali risorse finanziarie esterne al fondo d’istituto?

Questa Agenzia ritiene opportuno chiarire che l’art. 3 della sequenza contrattuale per il personale Ata del 25.07.2008, modificativo dell’art. 89 del CCNL del 29.11.2007, ha inteso restringere la gamma dei compensi da corrispondere al DSGA stabilendo espressamente che a questi, salvo quando disposto dall’art. 88, comma 2, lett. J,  possono essere corrisposti esclusivamente compensi per attività e prestazioni aggiuntive connessi a progetti finanziati dalla UE, da Enti o istituzioni pubblici e privati da non porre a carico delle risorse contrattuali destinate al fondo d’istituto.

Il finanziamento dei progetti relative alle aree a rischio e a forte processo immigratorio è disposto attraverso un fondo accreditato dal MIUR ma proveniente, come risulta dall’art. 4, comma 3, lett. A, del CCNL del 29.11.2007, dall’Ente Regione e da Enti diversi dal MPI.

Pertanto, a parere di questa Agenzia, tali risorse risulterebbero rientranti nella previsione dell’art. 3 su citato, quindi non a carico del fondo d’istituto, e  potrebbero essere corrisposte anche al DSGA se coinvolto nell’attuazione dei progetti ad esse relativi.

 
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 1

Tel. 06.32.483.231/232
Fax. 06.32.483.393
Direttore: Dott. Pierluigi Mastrogiuseppe (interim)

Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni