30/03/2006

SCU_007_Orientamenti applicativi

Stampa PDF

Qualora il docente titolare si assenti a decorrere da una data anteriore di almeno sette giorni prima dell’inizio di un periodo predeterminato di sospensione delle lezioni e termini durante lo stesso, seguito poi da un ulteriore periodo di congedo che inizi durante la sospensione delle lezioni e si prolunghi fino a una data non inferiore a sette giorni successivi a quello di ripresa delle lezioni, il supplente deve essere retribuito anche per l’intero periodo della sospensione delle lezioni nonostante vi sia stata interruzione?

Si comunica che, a parere di quest'Agenzia, una corretta lettura dell'art. 37, comma 3*, insiste sostanzialmente sul termine "... in un'unica soluzione..." , che, nello spirito e nella lettera della norma, vuol dire senza soluzione di continuità. Ciò che rileva, pertanto, l'oggettiva circostanza che il docente titolare risulti assente, senza soluzione di continuità, appunto, e, quindi, senza che abbia riassunto servizio, per uno spazio temporale che inizi almeno sette giorni prima della sospensione delle lezioni e cessi in una data non inferiore a sette giorni successiva alla ripresa delle lezioni stesse.

Ovviamente, se il titolare riprende servizio nel periodo intermedio viene meno l'oggettiva continuità dell'assenza e, peraltro, si verificherebbe la non ipotizzabile e non consentita circostanza dell'insistere di due dipendenti sul medesimo posto.

* oggi articolo 40, comma 3,  del CCNL del 29.11.2007;

 
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 1

Tel. 06.32.483.231/232
Fax. 06.32.483.393
Direttore: Dott. Pierluigi Mastrogiuseppe (interim)

Documenti correlati
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni