05/06/2011

RAL072 - Orientamenti Applicativi

Stampa PDF

L’art. 4, comma 1 del CCNL sottoscritto il 5.10.2001 ha stabilito, con effetto dal 2001, un incremento del fondo ex art. 15 CCNL 1.4.1999 pari all'1,1% del monte salari dell'anno 1999. Detto incremento, per l’anno 2001, non è risultato utilizzabile perché il CCNL è stato sottoscritto quasi a fine anno. Ciò determina la possibilità di incrementare il fondo del 2,2% nel 2002?

La soluzione proposta, nei termini in cui è stata prospettata, non è praticabile.

Infatti, nel confermare che l'incremento dell'1,1% del monte salari dell'anno 1999 previsto dall'art. 4, comma 1, del CCNL del 5.10.2001, ha carattere vincolante ed obbligatorio per tutti gli enti a decorrere dall'anno 2001, evidenziamo che esso deve essere operato una sola volta, dopodiché si consolida: pertanto, non è assolutamente possibile procedere, in due anni, ad un incremento complessivo del 2,2% del monte salari 1999 (1,1% il primo anno più un ulteriore 1,1% il secondo anno) né procedere ad un incremento del 2,2% in un’unica soluzione.

Questo non significa, però, che le risorse non spese nell’anno 2001 andranno perse, ma solo che la corretta soluzione del problema è un’altra: l’art. 4, comma 1 del CCNL del 5.10.2001 ha reso disponibili, per l’anno 2001, risorse che non sono state utilizzate (pari all’1,1% del monte salari dell’anno 1999): tali risorse potranno essere portate in aumento delle risorse dell’anno successivo (e solo per un anno) ai sensi dell’art. 17, comma 5 del CCNL dell’1.4.1999 (come una tantum).

 
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco

Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni