11/02/2014

RAL_1670_Orientamenti Applicativi

Stampa PDF

Nel caso di un rapporto di lavoro a tempo parziale di tipo verticale al 75%, i tre giorni di permesso per particolari motivi personali e familiari, di cui all’art.19, comma 2, del CCNL del 6.7.2995, devono essere riproporzionati?

 

 

Relativamente a tale problematica, si evidenzia che, nell’ambito di un rapporto di  lavoro a tempo parziale di tipo verticale, il dipendente ha certamente diritto a fruire dei tre giorni di permesso per motivi personali e familiari, ma la quantità annuale degli stessi (i tre giorni) dovrà essere ridefinita, in base alla regola generale dell’art.6, comma 8, del CCNL del 14.9.2000, del necessario riproporzionamento di tutte le assenze dal servizio (previste dalla legge e dal contratto collettivo) in relazione alle giornate di lavoro prestate nell’anno.

Un esempio, può chiarire la portata applicativa della regola:

-          la disciplina contrattuale riconosce per tale ipotesi 3 giorni all’anno;

-          conseguentemente il dipendente a tempo pieno normalmente matura 0,25 giorni al mese (3/12);

-          un dipendente a tempo parziale di tipo verticale con articolazione della prestazione  su 3 giorni settimanali maturerà, in presenza di un orario di lavoro distribuito su sei giorni settimanali, ai sensi dell’art. 6, comma 8, del CCNL del 14.9.2000, nell’ambito di tale rapporto i 3/6, la metà, di 0,25 e cioè 0,125 giorni mensili;

-           tenendo conto di 12 mesi di rapporto a tempo parziale, per tale periodo maturerà1,5 giorni di permesso (0,125x12);

-           evidentemente, il numero dei giorni spettanti (sulla base di tale calcolo) potrà essere diverso in presenza di una diversa distribuzione nell’ambito della settimana dell’orario di lavoro ridotto per il dipendente a tempo parziale (come nel caso di una settimana lavorativa articolata su 5 giorni con la previsione della concentrazione della prestazione del lavoratore a tempo parziale in soli 3 giorni).

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco