30/10/2020

CIRRS29

Stampa PDF

Nel periodo di congedo ordinario aggiuntivo per i lavoratori esposti a rischio radiologico vanno ricomprese anche le festività nonché i sabati e i giorni domenicali?

Il dettato dell’art. 6, comma 16, del CCNL 21.02 .2002 prevede che "Al personale che presenti i requisiti previsti dall’articolo 5, comma 1, delle legge n. 724 del 1994, spettano ulteriori quindici giorni di ferie, non frazionabili, per recupero biologico, nel rispetto delle disposizioni del d. lgs. n. 230 del 1995". Si tratta quindi di un periodo di quindici giorni consecutivi di ferie che, a tutela della salute dei dipendenti interessati, ha la funzione di circoscrivere un ambito temporale consecutivo. Al riguardo si evidenzia la sentenza della Corte di Cassazione Sez. Lavoro n. 18221 del 17.9.2015, in tema di ferie aggiuntive in favore del personale esposto a rischio radiologico, seppur con riferimento al CCNL Comparto Sanità. La suddetta Corte, in riferimento al congedo ordinario aggiuntivo di quindici giorni del comma 1 della l. n. 724/1994, osserva che il successivo comma 2 lo qualifica espressamente come «recupero biologico», distinguendolo dall’ istituto delle ferie ordinarie. Rammenta poi, come già con sentenza 16.12.2009 n. 26364 le Sezioni Unite avessero statuito, che la disposizione in questione andasse interpretata nel senso che "nel periodo di 15 giorni di ferie aggiuntive da usufruirsi in una unica soluzione, ivi previsto per il personale esposto al rischio radiologico, vanno ricompresi e restano quindi assorbiti le festività, i giorni domenicali e il sabato, per coloro i quali prestano servizio in turni di cinque giorni settimanali, ricadenti in tale periodo". In forza di detta interpretazione, peraltro condivise dalle successive sentenze di legittimità 23.9.10 n. 20139, 11.02.11 n. 3365, 15.02.11 n. 3748 e 26.5.2014 n. 11714, la Corte statuisce che il periodo di 15 giorni di ferie aggiuntive assorbe le festività, i giorni domenicali e i sabati (per coloro i quali prestano la propria attività in turni di 5 giorni settimanali) ricadenti in tale periodo, poiché «la norma contrattuale contempla il beneficio di un ulteriore periodo feriale continuativo ed unitariamente stabilito, da computarsi secondo il calendario e senza fare riferimento ai giorni lavorativi».

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 1

Tel. 06.32.483.231/232
Fax. 06.32.483.393
Direttore: Dott.ssa Maria Vittoria Marongiu