25/11/2011

AII16_Orientamenti_Applicativi

Stampa PDF

E’ applicabile, al pari di quanto previsto per il personale, la disciplina del periodo di preavviso al dirigente?

Dobbiamo preliminarmente chiarire, ancora una volta, che le clausole inserite nei contratti collettivi di lavoro del personale non dirigente non possono essere estese "per analogia" al personale con qualifica dirigenziale, e viceversa.

Per quanto riguarda la questione specifica relativa alla rinuncia al preavviso e alla eventuale conseguente rinuncia anche al pagamento della "penale" per la mancata prestazione lavorativa, siamo del parere che tale soluzione sia praticabile anche nei confronti dei dirigenti sulla base di una disciplina molto più ampia e flessibile di quella applicabile al personale non dirigente.

Ci riferiamo, in particolare, al contenuto dell'art. 17 del CCNL del 23.12.1999 che consente la risoluzione consensuale del rapporto di lavoro (a prescindere, quindi, dal prescritto periodo di preavviso), cui può essere correlato anche uno specifico incentivo economico a carico del datore di lavoro.

Se, pertanto, il recesso consensuale del rapporto di lavoro di un dirigente può essere incentivato economicamente, a maggior ragione, a nostro avviso, deve ritenersi possibile e praticabile lo stesso recesso mediante la rinuncia sia ai termini di preavviso e sia al conseguente pagamento della relativa penalizzazione economica.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco