04/02/2021

ASAN34

Stampa PDF

La remunerazione delle guardie notturne e o festive fissata, dall’art. 26, comma 5, del CCNL dell’Area Sanità del 19.12.2020, in € 120 per i turni prestati nei servizi di “pronto soccorso” è ad esclusivo beneficio del personale stabilmente assegnato a detta struttura o deve essere corrisposto anche ai dirigenti di altri reparti e discipline che svolgono un intero turno  al pronto soccorso?

Senza entrare nel merito della scelta gestionale dell’assegnazione dei turni di guardia a dirigenti non assegnati al pronto soccorso bensì ad altri reparti e discipline che è strettamente legata, in primo luogo, alle modalità organizzative delle Aziende del SSN  come definite nelle linee di indirizzo regionale e negli  atti aziendali e, in secondo luogo, alla competenza del medico che copre il turno di guardia, si fa presente che il comma 5 sopra citato fa espresso ed esclusivo riferimento letterale ai “turni nei servizi di pronto soccorso” indipendentemente dalla struttura di appartenenza del Dirigente o dalla specializzazione posseduta dallo stesso. Pertanto, si ritiene che il compenso di €120,00 debba essere erogato, allorchè ricorrano le condizioni previste dall’art. 26, comma 5, in esame, anche ai dirigenti di altri reparti e discipline sebbene non formalmente assegnati al pronto soccorso che abbiano svolto turni di guardia nei servizi di pronto soccorso.

 
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco

Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni