10/03/2021

Sentenza del 25/6/2020 Prima Sezione -Cause riunite C-762/18 e C-37/19 Le ferie si maturano in caso di licenziamento illegittimo

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (CGUE-sent.-C.-762-18.pdf)CGUE-sent.-C.-762-18.pdf 452 Kb

Segnalazione da UO Monitoraggio contratti e legale

La Corte di Giustizia dell’Unione Europea interviene su questioni che hanno ad oggetto il diritto alle ferie annuali nel contesto di un licenziamento illegittimo di un lavoratore e della sua reintegrazione nel posto di lavoro, conformemente al diritto nazionale, in forza di una decisione giudiziaria. A tale riguardo afferma che in caso di licenziamento, successivamente dichiarato illegittimo, le ferie maturate nel periodo compreso tra il recesso e la reintegrazione del dipendente nel suo posto di lavoro, deve essere assimilato ad un periodo di lavoro effettivo ai fini della determinazione delle ferie maturate o in alterativa, laddove per qualsivoglia ragione non possa fruirne, ad un’indennità sostitutiva delle stesse. Ciò in quanto, non avere potuto svolgere la propria prestazione, rientra tra i motivi indipendenti dalla volontà del dipendente.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi