07/09/2021

Sentenza n. 22885 del 13/8/2021 Impiego pubblico – art. 33 L. 104/92 – diritto di trasferimento sede di lavoro – rigetto ricorso

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (sent 22885_21.pdf)sent 22885_21.pdf 313 Kb

Segnalazione da U.O. Monitoraggio contratti e legale

Un dipendente pubblico propone ricorso in Cassazione, contestando la decisione dei giudici di appello per aver subordinato a un potere discrezionale dell'amministrazione datrice, il diritto dello stesso di poter scegliere la sede di lavoro più vicina al domicilio della persona da assistere ai sensi dell'art. 33, comma 5, I. n. 104/1992.  La Cassazione però respinge il ricorso, affermando che, il diritto di scelta del dipendente della sede di lavoro più vicina al domicilio della persona invalida che necessita di assistenza non è un diritto soggettivo assoluto e illimitato, la scelta è sempre rimessa alla Pubblica Amministrazione "ove possibile". Trattandosi, infatti, di un rapporto di lavoro nel settore pubblico, le scelte della P.A datrice assumono un rilievo particolare poiché un cambiamento organizzativo potrebbe incidere negativamente sul funzionamento del servizio pubblico reso alla collettività. L'inciso "ove possibile" che il legislatore ha volutamente utilizzato comporta un bilanciamento dei due interessi - costituzionalmente rilevanti - in conflitto: l'interesse del dipendente a ottenere il trasferimento più comodo ai fini dell’assistenza al parente e l'interesse economico-organizzativo dell'amministrazione datrice, che, in base alle proprie esigenze organizzative, potrà rendere il posto "disponibile" tramite un provvedimento di copertura del posto "vacante". Tale interesse peraltro risulta particolarmente importante nell'ambito del rapporto di lavoro pubblico, visto che si riflette anche sull'interesse della collettività, l'Amministrazione resta libera di decidere di coprire una data vacanza ovvero di privilegiare altre soluzioni e le sue determinazioni devono sempre rispettare i principi costituzionali d'imparzialità e di buon andamento.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi