09/11/2020

Sezione Lavoro Ordinanza n. 22675 del 10/10/2020 Pubblico impiego – Avvocatura dello Stato - rappresentanza in giudizio di un ente pubblico - legittimazione processuale

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (20201019_snciv-sL0-a2020-n22675.pdf)20201019_snciv-sL0-a2020-n22675.pdf 257 Kb

Segnalazione da U.O. Monitoraggio contratti e legale

La Corte di Cassazione annulla la sentenza della Corte d’Appello che aveva ritenuto inammissibile il ricorso presentato in nome del Ministro anziché del legale rappresentante di un ente pubblico. La Suprema Corte afferma che ove, ai sensi dell’art. 43 del R.D. 1611/1933, il patrocinio dell'Avvocatura dello Stato nei confronti di una amministrazione pubblica non statale sia autorizzato da "disposizione di legge, di regolamento o di altro provvedimento approvato con regio decreto", tale amministrazione è tenuta, in via ordinaria, ad avvalersi dell’Avvocatura dello stato, mentre quest’ultima è obbligata a fornire patrocinio legale. Non occorre, peraltro, esibire il mandato né la delibera di incarico, essendo sufficiente la sola qualità di Avvocato dello Stato.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi