15/07/2021

Sezione giurisdizionale Centrale d’Appello sentenza n.228/2021 Enti locali – Incarico dirigenziale – Assenza requisito titolo studio laurea - Danno erariale

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (corte conti  sez centr appello 228 2021.pdf)corte conti sez centr appello 228 2021.pdf 139 Kb

Segnalazione da UO Monitoraggio contratti e legale

La sezione d’appello ha confermato la decisione di primo grado con la quale la corte territoriale aveva condannato il sindaco di un ente locale per avere conferito un incarico dirigenziale a un funzionario privo del necessario diploma di laurea. Il Collegio evidenzia che: “dal combinato disposto degli artt. 110 TUEL e 19 d.lgs. n. 165/2001 si evince la necessità del possesso del titolo di studio della laurea per il conferimento di incarichi dirigenziali a tempo determinato. In palese violazione della normativa vigente, il Sindaco ha dunque posto in essere, nell’ambito di una sua specifica competenza, una condotta gravemente colposa, conferendo l’incarico dirigenziale, che determina un sicuro danno in conseguenza della violazione del sinallagma contrattuale legislativamente prefigurato, atteso che alla retribuzione percepita non corrisponde per tabulas una prestazione qualitativamente corrispondente alla professionalità richiesta”; relativamente alla quantificazione del danno, i giudici lo hanno determinato calcolando la differenza tra il valore della retribuzione effettivamente percepita, in dipendenza dell’incarico dirigenziale, e quella che gli sarebbe spettata nel caso in cui avesse ricevuto il riconoscimento di una posizione organizzativa in base alle disposizioni contrattuali applicabili.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi