22/04/2021

Consiglio ECOFIN del 16 marzo 2021 - Nota su atti dell'Unione europea n. 77

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (dossier_stud_77_1214304_359693.pdf)dossier_stud_77_1214304_359693.pdf 639 Kb

Segnalazione da UO Studi e analisi compatibilità

Il 16 marzo 2021 si è svolto il Consiglio dell'Unione europea sui temi di economia e finanza ("Consiglio ECOFIN"). Nell'ambito della riunione sono stati affrontati i seguenti temi:

Imposizione sulle attività digitali: i ministri hanno avuto uno scambio di opinioni sulle sfide fiscali connesse alla digitalizzazione dell'economia, in particolare sulla necessità di riformare il sistema impositivo per garantire una maggiore equità del prelievo sulle imprese pervenendo a un accordo di natura globale.

Pagamenti al dettaglio: i ministri hanno convenuto sull'adozione di conclusioni sulla strategia in materia di pagamenti al dettaglio, conferendo alla Commissione un forte mandato politico per portare avanti iniziative nel settore, anche con l'obiettivo di promuovere l'uso di soluzioni di pagamento istantaneo in tutta l'UE e di accompagnare lo sviluppo di un euro digitale, sottolineando allo stesso tempo le molte sfide di cui tenere conto, quali l'inclusione finanziaria, la sicurezza e la tutela dei consumatori, la protezione dei dati e l'antiriciclaggio.

Situazione economica dell'UE e strumenti per la ripresa: i ministri hanno fatto il punto sulla situazione economica in atto e sulle prospettive economiche europee. Hanno concordato che il sostegno di bilancio non venga revocato prematuramente, ma allo stesso tempo che gli Stati membri adeguino le loro politiche al momento opportuno per garantire la sostenibilità di bilancio a medio termine. I ministri hanno inoltre fatto il punto sull'attuazione del dispositivo per la ripresa e la resilienza e sui progressi compiuti nella ratifica della decisione relativa alle risorse proprie.

Aggiornamento sulle proposte legislative in materia di servizi finanziari: Nel corso della riunione la Presidenza ha fatto il punto sullo stato di avanzamento dei lavori nel campo dei servizi finanziari. Ha ricordato che procedono i triloghi sulla Direttiva relativa ai crediti deteriorati, così come i negoziati in Consiglio sul pacchetto finanza digitale. Sul fronte dell'Unione bancaria, la Commissione ha ricordato che sta lavorando per la revisione del quadro europeo sulla gestione delle crisi bancarie e di quello sul sistema di garanzia dei depositi con l'obiettivo di pubblicare una proposta di revisione entro il 2021. Con riferimento a tale ultima proposta, ha espresso apprezzamento per i lavori relativi alla definizione del modello ibrido di Schema Europeo di Assicurazione dei Depositi (EDIS).

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi