23/07/2020

Bollettino economico n. 3/2020

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (boleco-3-2020.pdf)boleco-3-2020.pdf 3072 Kb

Segnalazione da UO Studi e analisi compatibilità

Le proiezioni per l’economia italiana presentate in questo Bollettino aggiornano, alla luce delle informazioni più recenti, il quadro predisposto nell’ambito dell’esercizio coordinato dell’Eurosistema pubblicato lo scorso 5 giugno. In uno scenario di base, nell'ipotesi che la pandemia rimanga sotto controllo, il PIL si contrarrebbe del 9,5 per cento nella media di quest'anno e recupererebbe in maniera graduale nel prossimo biennio (4,8 per cento nel 2021 e 2,4 nel 2022). Sviluppi più negativi potrebbero manifestarsi se emergessero nuovi rilevanti focolai epidemici a livello nazionale o globale, mentre un miglioramento delle prospettive di crescita potrebbe derivare dal rafforzamento delle politiche espansive di iniziativa europea, attualmente in esame. L'approvazione e l'utilizzo efficace degli strumenti in discussione per l'Unione europea può incidere direttamente sulla domanda, sulla capacità produttiva e sulla fiducia di famiglie e imprese. L'ammontare di risorse di cui sarà possibile beneficiare e il conseguente stimolo alla crescita dipenderanno dalla capacità di proporre e mettere in atto progetti di investimento validi. Le misure adottate dalla BCE e dal Governo hanno sostenuto il credito alle imprese. In Italia la crescita dei prestiti alle società non finanziarie in maggio ha raggiunto l'11,5% (in ragione d'anno sui tre mesi). L’espansione del credito si è estesa alle imprese familiari con la progressiva riduzione dei ritardi nell'implementazione delle misure adottate dal Governo.

 
Banca Dati Contratti Integrativi
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni