17/04/2019

Social dialogue in the public service in selected countries of the European Union

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (Dialogo sociale nella Pubblica Amministrazione in specifici paesi dell'Unione Eu)Dialogo sociale nella Pubblica Amministrazione in specifici paesi dell'Unione Eu 714 Kb

Segnalazione da Direzione Contrattazione 1

Lo scopo di questo lavoro è quello di analizzare, all’interno delle Pubbliche Amministrazioni, le regolamentazioni e le procedure adottate dal dialogo sociale servendosi di un gruppo selezionato di paesi appartenenti all'Unione Europea. Il rapporto si sofferma, in particolare, sulle diverse forme di cui si compongono il dialogo sociale e la contrattazione integrativa, nonché sulla loro evoluzione dopo la crisi economica avvenuta nel 2008. Il dialogo sociale, cosi come la contrattazione integrativa, sono dei punti fondamentali all’interno dell'Agenda di lavoro dell'ILO. Il fine principale di tale Agenda è quello di creare coesione all’interno della comunità internazionale spronando le parti sociali a lavorare insieme al fine di affrontare al meglio le sfide sia economiche che sociali. Sia il dialogo sociale, sia la contrattazione integrativa si impegnano a promuovere un approccio del lavoro dignitoso all’interno delle politiche economiche e sociali in collaborazione con le principali Istituzioni ed i maggiori attori dell’economia mondiale. Inoltre, il dialogo sociale e la contrattazione integrativa dovrebbero favorire all’interno della Pubblica Amministrazione un miglioramento sia dal punto di vista dell’efficienza che del rendimento dei servizi offerti dall’Amministrazione. Proprio per questo, si punta ad un maggior coinvolgimento dei sindacati del settore pubblico e si cerca di promuovere queste dinamiche all'interno del mondo del lavoro. Il "Global Dialogue Forum" che si è tenuto a Ginevra nel 2014 e nel quale si è parlato delle importanti sfide che la contrattazione integrativa deve affrontare, ha evidenziato l'importanza di lavorare sulle diverse prassi e procedure adottate dal dialogo sociale e dalla contrattazione integrativa prendendo come riferimento i paesi dell'Unione Europea. Promuovere lo sviluppo e il rafforzamento delle capacità delle parti sociali attraverso diverse forme di sostegno ha l’obiettivo principale di favorire il consolidamento delle organizzazioni sociali aumentandone così la rappresentatività sia al livello nazionale, sia europeo. Le principali competenze che devono essere promosse e veicolate a tutti i livelli della contrattazione sono quelle giuridiche e tecniche. Questo studio fornisce ai paesi la conoscenza e l'informazione necessaria per poter migliorare le loro prassi e saper rispondere al meglio a situazioni difficili come può essere una crisi economica a livello globale.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi