23/07/2020

The economic benefit of improving efficiency in Public spending on education in the EU

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (European Commission - The Economic Benefits of Improving Efficiency in Public Sp)European Commission - The Economic Benefits of Improving Efficiency in Public Sp 1403 Kb

Segnalazione da Direzione Contrattazione 1

Il report della Commissione Europea "The economic benefit of improving efficiency in Public spending on education in the EU" fornisce un’attenta analisi della spesa pubblica nei paesi dell'Unione Europea focalizzando la propria attenzione su uno specifico settore: quello dell'istruzione. L’istruzione è una priorità dell'agenda politica dell'Unione Europea e la Commissione sta lavorando a pieno regime con gli Stati membri per costruire “uno spazio europeo dell'istruzione” entro il 2025. Lo scopo finale è quello di incrementare l'apprendimento e la cooperazione tra Stati, nonché offrire maggiori opportunità di formazione e di lavoro e, al tempo stesso, consentire ai giovani di sviluppare un'identità europea. Inoltre, se ben gestita, l’istruzione offre notevoli vantaggi a lungo termine sia a livello sociale, sia a livello economico. Di conseguenza, puntare sull'istruzione e sulla formazione è di massima importanza e può diventare una soluzione di fronte a molteplici sfide come la globalizzazione, la contrazione della domanda di lavoro e la mutevole natura dei contratti di lavoro. La politica ha come obiettivo quello di investire nel miglior modo possibile nell’istruzione di alta qualità, tuttavia, non sempre si riescono a raggiungere livelli adeguati o sufficienti di insegnamento. Se si seguissero le cosiddette "best practice across the UE" si otterrebbero risultati migliori. Infatti, partendo da un’analisi della spesa pubblica dei paesi europei, il report prova che seguendo le buone pratiche si raggiungono risultati positivi a livello di spesa pubblica. Inoltre, a lungo termine, è visibile anche un aumento del PIL pro capite. Infine, se si riuscissero a minimizzare le inefficienze della spesa pubblica, attraverso una corretta gestione dell’istruzione, la crescita annua intesa per PIL pro capite nell'Unione Europea aumenterebbe, nel lungo periodo, dello 0,8 % (con variazioni tra 0,4% in Estonia e 1,6% in Cipro).

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi