10/10/2018

CSAN12

Stampa PDF

I tempi di “vestizione/svestizione” e  di “passaggio di consegne” disciplinati dall’art. 27, comma 11 e 12 del CCNL 2016/2018 comparto sanità sono ricompresi nell’orario di servizio?

Le clausole negoziali di cui all’art. 27, commi 11 e 12 del CCNL del personale del Comparto Sanità del 21/05/2018, hanno introdotto e disciplinato le previsioni dei tempi di "vestizione/svestizione" e di "passaggio di consegne", che sono suscettibili di positivo apprezzamento, ai fini del  loro computo come orario di lavoro, solo nei casi in cui ricorrano tutte le "situazioni" soggettive ed oggettive, ivi in dettaglio declinate.

Precisamente tali fattispecie riguardano, per quanto attiene al comma 11, i casi in cui gli operatori del ruolo sanitario e del ruolo tecnico addetti all'assistenza debbano indossare  apposite divise per lo svolgimento delle prestazioni  e le "operazioni  di vestizione/svestizione", per ragioni di igiene e sicurezza, debbano avvenire, necessariamente, all'interno della sede di lavoro e, per quanto attiene al comma 12, i casi in cui gli operatori sanitari delle unità operative che garantiscono la continuità assistenziale sulle 24 ore, debbano effettuare anche "passaggi di consegne" oltre alle "operazioni di vestizione/svestizione" di cui al precedente comma 11.

Tali operazioni, per le quali le clausole negoziali in commento hanno fissato una durata massima, ricadono, a tutti gli effetti, nella nozione di "orario di lavoro" "purchè  risultanti dalle timbrature effettuate" come previsto espressamente nei succitati commi.

Conseguentemente, dal punto di vista meramente contrattuale, il periodo di vestizione/svestizione e di passaggio di consegne è da considerarsi   alla  strega  dell'attività  di servizio da computare nell'orario di lavoro, giacché tale attività fa parte degli atti di diligenza necessarie   allo svolgimento dell'attività lavorativa.

11/9/2018

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco