20/06/2012

AGF_014_Orientamenti Applicativi

Stampa PDF

E’ possibile procedere al pagamento sostitutivo delle ferie non godute, nel caso di un dipendente che sia stato dispensato dal servizio per permanente inidoneità all'impiego?

In via preliminare va considerato che il comma 15, dell'art. 44 del CCNL del 28/5/2004, dispone che il periodo di ferie non è riducibile per assenze per malattia o infortunio, anche se tali assenze si protraggono per l'intero anno solare.

 

A tale proposito si deve tenere conto, però, che il periodo di malattia è retribuito solo per i periodi indicati nel comma 7, lett. a), b) e c), dell'art. 49, del citato CCNL, mentre si dispone, alla lett. e) del medesimo comma 7, che l'ulteriore periodo di assenza previsto dal comma 2 dello stesso art. 49, non è retribuito e, quindi, non dà diritto alla maturazione delle ferie.

A parere di questa Agenzia si ritiene, pertanto, anche alla luce di quanto disposto dall'art. 10, del d.lgs n. 66, dell'8 aprile 2003, che nel caso in argomento, di un dipendente dispensato per permanente inidoneità al servizio, si possa procedere al pagamento sostitutivo delle ferie non godute ma maturate nel periodo di assenza per malattia retribuito.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 1

Tel. 06.32.483.231/232
Fax. 06.32.483.393
Direttore: Dott.ssa Maria Vittoria Marongiu