08/10/2013

AII_110_Orientamenti_Applicativi

Stampa PDF

Ad un dirigente, incaricato dei servizi demografici e  nominato responsabile dell’ufficio censimento può essere riconosciuto un compenso aggiuntivo per lo svolgimento delle operazioni censuarie, da finanziare con i fondi a tal fine assegnati ed accreditati al comune? In alternativa è possibile erogare allo stesso un contributo forfettario, onnicomprensivo, determinato in base al numero e alla tipologia delle unità censite e delle attività censuarie espletate?

Si ritiene che al dirigente, nel caso prospettato,  non possano essere riconosciuti i compensi Istat o altri compensi, anche ad altro titolo, oltre quelli espressamente consentiti.

E’ indubbio che, comunque, il dirigente svolge compiti inerenti alla tutela istituzionale dell’ente di appartenenza.

Sotto questo profilo, giova ricordare che, nell’ambito della nuova regolamentazione dell’onnicomprensività del trattamento economico dei dirigenti, l’art.20, comma 1, del CCNL dell’Area II della dirigenza, preliminarmente riafferma, in coerenza con le previsioni dell’art. 24, comma 3, del D.Lgs. n. 165/2001, che il trattamento economico dei dirigenti ha carattere di onnicomprensività in quanto remunera completamente ogni incarico comunque conferito agli stessi in ragione del loro ufficio o comunque collegato alla rappresentanza di interessi dell’Ente

Con riferimento, poi, alla specifica problematica in esame, si deve rilevare che, come evidenziato chiaramente dal comma 2 del medesimo art.20 CCNL dell’Area II della dirigenza del 22.2.2010, ai dirigenti in servizio presso enti del Comparto Regioni-Autonomie Locali, in aggiunta alla retribuzione di posizione e di risultato, possono essere erogati direttamente, a titolo di retribuzione di risultato, solo i compensi previsti da specifiche disposizioni di legge, espressamente recepite nelle disposizioni della contrattazione collettiva nazionale, a tal fine richiamate: art. 92, comma 5 D.Lgs. n. 163 del 12.4.2006; art.37 del CCNL del 23.12.1999; art. 3, comma 57 della legge n. 662 del 1996; art. 59, comma 1, lett. p) del D.Lgs.n.446/1997 (recupero evasione ici); art.12, comma 1, lett. b) del D.L.n.437 del 1996, convertito nella legge n.556 del 1996.

Poiché gli art.2, comma 3, e 45, comma 1, del D.Lgs.n.165/2001, riservano la materia del trattamento economico, in via esclusiva, alla contrattazione collettiva nazionale e, nei limiti da questa stabiliti, a quella integrativa, la mancanza dei compensi ISTAT tra quelli espressamente indicati nel citato art.20, comma 2, del CCNL del 22.2.2010 non ne consente l’erogazione a favore anche della dirigenza.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco