04/09/2012

AII_65_Orientamenti_Applicativi

Stampa PDF

Un ente ha istituito due  nuove posizioni dirigenziali ed ha, conseguentemente, incrementato le risorse per il finanziamento della retribuzione di posizione e di risultato, ai sensi dell’art. 26, comma 3, del CCNL del 23.12.1999.

Successivamente le nuove posizioni dirigenziali sono state soppresse. Le risorse aggiunte ai sensi dell’at.26, comma 3, del CCNL del 23.12.1999 possono essere confermate?

 

Si ritiene che le risorse aggiuntive previste, ai sensi dell’art.26, comma 3, del CCNL del 23.12.1999, per il finanziamento della retribuzione di posizione e di risultato delle due nuove posizioni dirigenziali prima istituite e poi soppresse non possono essere confermate e stabilizzate, a far data dal venir meno delle stesse nell’ambito del modello organizzativo dell’ente.

 

Si tratta, infatti, di un incremento di natura eccezionale delle risorse che ha trovato la sua giustificazione esclusivamente nell’intervento organizzativo che ha portato ad un aumento del complessivo numero delle posizioni dirigenziali previsto dall’ordinamento dell’ente.

Pertanto, se vengono meno successivamente le posizioni dirigenziali cui esso si correla, non possono non venire meno anche le risorse di cui si tratta, altrimenti esse verrebbero confermate senza alcuna motivazione o giustificazione sul piano giuridico.

Si tratta di una ipotesi speciale, che proprio per tale sua caratteristica giustifica la non applicazione delle indicazioni contenute nel quesito AII29 (consultabile sul sito istituzionale:www.aranagenzia.it, Orientamenti Applicativi, Aree Dirigenziali, Area II (Regioni ed autonomie locali), Finanziamento della retribuzione di posizione e di risultato), che si riferisce al diverso caso della conservazione e stabilizzazione delle risorse derivanti dai rinnovi del CCNL (si tratta delle risorse storicizzate) anche in presenza di successiva riduzione delle posizioni dirigenziali previste dall’ordinamento dell’ente.

Diversamente ritenendo, gli interventi sul modello organizzativo dell’ente si presterebbero ad essere intesi come strumento per l’incremento delle risorse destinate al trattamento accessorio della dirigenza: prima infatti si incrementerebbero i posti di qualifica dirigenziale, con la previsione delle nuove risorse; poi, i nuovi posti verrebbero soppressi, ma le risorse resterebbero inalterate nelle nuove quantità, a favore delle posizioni dirigenziali preesistenti.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco