27/11/2011

AII38_Orientamenti_Applicativi

Stampa PDF

Un ente che abbia istituito ed attivato i servizi di controllo interno solo a partire dal 2001 può applicare le nuove regole sul trattamento economico del personale con qualifica dirigenziale con effetto da una data anteriore?

Non possiamo che ribadire l’orientamento costante che, in materia, quest’Agenzia ha sempre sostenuto e cioè che la nuova regolamentazione del trattamento economico del personale con qualifica dirigenziale – con l’articolazione in retribuzione di posizione e di risultato – può trovare applicazione solo dal momento in cui gli enti abbiano adempiuto integralmente alle condizioni previste nell’art.38, comma 3, lett. a), b), e c) del CCNL del 10.4.1996.

 

In tal senso depone la precisa indicazione dell’art.39 dello stesso CCNL del 14.4.1996, confermata, indirettamente, dalla previsione dell’art.31 del CCNL del 23.12.1999 che richiede, ai fini della corresponsione della retribuzione, agli enti che non lo avessero fatto ancora, di provvedere alla necessaria realizzazione delle succitate condizioni dell’art.38, comma 3, del CCNL del 10.4.1996.

Poiché tra le condizioni previste vi è anche la istituzione e l’attivazione dei servizi di controllo interno o dei nuclei di valutazione e poiché, il nucleo di valutazione, come risulta dal caso in esame, risulta attivato solo a partire dall’1.2.2001, il nuovo regime retributivo dei dirigenti, alla luce di quanto sopra detto, potrà trovare applicazione solo a partire da tale anno.

In tal senso si è sempre espressa quest’Agenzia.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco