05/09/2012

AII_92_Orientamenti_Applicativi

Stampa PDF

Il dirigente cui sia stata comminata la sanzione disciplinare della sospensione dal servizio con privazione della retribuzione, ai sensi dell’art. 7, comma 8, del CCNL del 22.2. 2010, ha diritto alla corresponsione di una indennità alimentare e in che misura?

La disciplina dell’art.7, comma 8, del CCNL della dirigenza del Comparto Regioni-Autonomie Locali del 22.2.2010, per tutta la durata della sanzione disciplinare della sospensione dal servizio da tre a sei mesi ivi prevista, non prevede la corresponsione di alcun emolumento a favore del dirigente cui sia stata irrogata.

La differenza di trattamento rispetto alle previsioni dell’art.9 del medesimo CCNL del 22.2.2010, in materia sospensione cautelare in caso di procedimento penale, si giustifica con la circostanza che quest’ultima non è una sanzione disciplinare ma, più semplicemente, una misura cautelare che l’ente può adottare in attesa della conclusione del procedimento penale e di quello disciplinare.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco