05/09/2012

AII_106_Orientamenti_Applicativi

Stampa PDF

Un dirigente ha partecipato ad un bando di mobilità esterna bandito da altro ente. L’ente di appartenenza ha rilasciato il nulla osta, ma ne ha subordinato gli effetti all’esito positivo della selezione del dirigente presso il nuovo datore di lavoro.

In relazione alle previsioni dell’1art.16 del CCNL del 23.12.1999, al dirigente che è risultato vincitore, l’ente di appartenenza può richiedere ulteriormente anche l’applicazione del periodo di preavviso?

L’art.16 del CCNL del 23.12.1999 dell’area della dirigenza del Comparto Regioni-Autonomie Locali prevede che, in caso di domanda di trasferimento presso altro ente del Comparto Regioni-Autonomie Locali presentata dal dirigente, il nulla osta dell’ente di appartenenza è sostituito dal preavviso di quattro mesi.

Nel caso prospettato, il suddetto nulla osta, come si evince dalla vostra nota, è intervenuto, sia pure condizionato all’esito positivo della selezione per l’attuazione della mobilità bandito dall’altro ente.

Tale condizione di efficacia risulta essere intervenuta, realizzando, pertanto, la fattispecie prevista dal citato art.16 del CCNL del 23.12.1999.

Conseguentemente non sembrano sussistere impedimenti giuridici all’effettivo trasferimento del dirigente presso il nuovo datore di lavoro.

In tale ambito, proprio perché si è realizzata la condizione e, quindi, il nulla osta spiega integralmente i suoi effetti, non sembra sostenibile una eventuale richiesta dell’ente di appartenenza di rispetto dei termini di preavviso ( quattro mesi).

Secondo i consueti canoni di correttezza e buona fede nell’esecuzione degli obblighi derivanti dal rapporto di lavoro, il dirigente, con la massima diligenza possibile e compatibile con l’effettiva attuazione del proprio trasferimento, si adopererà per evitare possibili ricadute negative sulla funzionalità dei servizi dell’ente di originaria appartenenza.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco