25/11/2011

AII20_Orientamenti_Applicativi

Stampa PDF

Mobilità: è possibile il trasferimento ad altro Ente di un dirigente che non abbia ancora superato il periodo di prova?

Il fatto che il dirigente non abbia ancora superato il periodo di prova non è, di per sé, un ostacolo alla mobilità. Infatti, il dirigente in prova è comunque un dirigente assunto a tempo indeterminato, anche se la stabilizzazione del suo rapporto è condizionata al superamento del periodo di prova, ed ha gli stessi diritti e doveri degli altri dirigenti, salvo quanto espressamente previsto dall’art.2096 del codice civile e dall’art.15 del CCNL del 10.4.1996.

Naturalmente, poiché è regola generale che in tutti i casi di mobilità non vi è costituzione di un nuovo rapporto di lavoro ma la continuazione del precedente rapporto con un nuovo datore di lavoro, il dirigente trasferito dovrà completare il periodo di prova presso il nuovo datore di lavoro (mentre il dirigente che lo avesse già completato prima del trasferimento non deve ripeterlo presso il nuovo ente).

Per completare il quadro, precisiamo che in caso di mobilità non è applicabile l’art.15 comma 9 del CCNL del 10.4.1996, perché tale disposizione presuppone la costituzione di un nuovo rapporto di lavoro (ipotesi che, come già detto, non ricorre in caso di mobilità).

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco