25/11/2011

AII12_Orientamenti_Applicativi

Stampa PDF

A quali adempimenti è tenuto il dirigente che intenda assentarsi per ferie ?

L'art.17 del CCNL del 10.4.1996 prevede che ciascun dirigente programmi il proprio periodo di fruizione delle ferie in relazione alle esigenze connesse all'incarico affidato alla sua responsabilità e nel rispetto dell'assetto organizzativo dell'ente

Tale previsione (in particolare il riferimento all'assetto organizzativo dell'ente) e i principi di correttezza e buona fede, comportano, tra l’altro, che il dirigente non può non comunicare all’amministrazione in quali giorni intende assentarsi per ferie (e questo a prescindere dall’eventuale adozione di un apposito piano annuale – si veda, per ulteriori dettagli la risposta DA11 pubblicata sul nostro sito istituzionale).

Correttezza e buona fede, inoltre, dovrebbero suggerire al dirigente una preventiva informativa sulla fruizione delle ferie, per verificare se l’assenza sia conciliabile con le prioritarie esigenze di servizio affidati alla sua responsabilità e con le altrettanto prioritarie esigenze istituzionali proprie degli organi di direzione politica.

Naturalmente, il fatto che il nuovo sistema si basi sulla responsabilizzazione del dirigente non esclude affatto che l’ente possa assumere iniziative per l'accertamento delle sue effettive presenze, anche ai fini della valutazione annuale del dirigente e dell'erogazione della retribuzione di risultato.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco