11/02/2014

AII_116_Orientamenti_Applicativi

Stampa PDF

Come possono essere retribuite le funzioni di vice segretario comunale affidate, mediante uno specifico incarico, ad un dirigente in aggiunta alle altre funzioni dirigenziali allo stesso già attribuite?

 

 

Nel merito del quesito formulato, la scrivente Agenzia, non può che ribadire l’orientamento già esposto in materia in altre precedenti occasioni, secondo il quale:

 

a)    se, in base alle previsioni del Regolamento sull’Ordinamento degli Uffici e dei Servizi della Provincia, è espressamente previsto uno specifico ed autonomo incarico dirigenziale per lo svolgimento delle funzioni di vice segretario generale (per i casi di supplenza o reggenza), secondo le regole generali dell’art.24 del D.Lgs.n.165/2001 e degli artt.27 e 29, il suddetto incarico dovrà essere valutato e ponderato, nel rispetto dei criteri a tal fine adottati dall’ente, con la determinazione di una propria e distinta retribuzione di posizione e di risultato ad esso correlate. Per il finanziamento di tali voci retributive, l’ente dovrà fare ricorso alle risorse legittimamente quantificate e disponibili, secondo la disciplina dell’art.26 del CCNL del 23.12.1999 e successive modificazioni ed integrazioni;

 

b)    nel caso in cui la funzione di vice segretario generale non costituisca oggetto di un autonomo incarico dirigenziale, ma si aggiunga ad altre funzioni nell’ambito di un più ampio incarico dirigenziale, allora in sede di articolazione e graduazione della retribuzione di posizione di quest’ultimo, l’ente valorizzerà anche la funzione di vice segretario, nel rispetto dei criteri generali a tal fine adottati;

 

c)    la vigente disciplina contrattuale non consente di remunerare un autonomo incarico dirigenziale attraverso il riconoscimento della sola retribuzione di risultato.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco