04/09/2012

AII_61_Orientamenti_Applicativi

Stampa PDF

In un ente con sei dirigenti in servizio (tre dei quali assunti a termine su posti della dotazione organica, ai sensi dell’art.110 del D.Lgs.n.267/2000) deve essere attivata la contrattazione decentrata sulle materie previste dal CCNL oppure essa deve essere sostituita dalla concertazione?

 

L’art. 4, comma 4, del CCNL del 23.12.1999 prevede espressamente che “negli enti con meno di cinque dirigenti, le materie indicate nel comma 1 (l’oggetto di contrattazione integrativa decentrata) sono oggetto di concertazione ai sensi dell'art. 8, salvo che non trovi applicazione la disciplina dell'art. 6 sulla contrattazione collettiva decentrata integrativa di livello territoriale”.

 

Relativamente alla portata applicativa di tale clausola contrattuale, si ritiene che  l’espressione “con meno di cinque dirigenti” ivi utilizzata deve essere intesa come riferita al numero dei dirigenti effettivamente in servizio.

Conseguentemente, in tale computo, si tiene conto anche dei dirigenti con contratto a termine, assunti su posti di funzione previsti dalla dotazione organica dell’ente, anche ai sensi dell’art.110 del D.Lgs.n.267/2000.

Poiché nel caso prospettato risultano effettivamente in servizio sei dirigenti (compresi quelli con contratto a termine) occorrerà fare riferimento al modello della contrattazione decentrata integrativa, secondo le regole previste dagli artt. 5 e 6 del CCNL del 23.12.1999, come modificati dagli artt.4, 5 e 6 del CCNL del 22.2.2006.

 
Iscriviti alla newsletter - AranSegnalazioni
Banca Dati Contratti Integrativi
Direzione Contrattazione 2

Tel. 06.32.483.262
Fax. 06.32.483.212
Direttore: Dott. Gianfranco Rucco