28/07/2017

Valutazione della performance delle PA – DPR del 9 maggio 2016, n. 105

Stampa PDF
Allegati:
FileDescrizioneDimensione del File
Scarica questo file (dpr_9_maggio_2016_n105.pdf)dpr_9_maggio_2016_n105.pdf 606 Kb

Segnalazione da U.O. Studi e analisi compatibilità

E’ entrato in vigore il 2 luglio il decreto del Presidente della Repubblica del 9 maggio 2016, n. 105, pubblicato in Gazzetta Ufficiale (Serie Generale) del 17 giugno 2016, n. 140, che regolamenta le funzioni del Dipartimento della funzione pubblica della Presidenza del Consiglio dei Ministri in materia di valutazione della performance delle pubbliche amministrazioni. Il Regolamento affida al Dipartimento della funzione pubblica le funzioni di promozione e di coordinamento delle attività di valutazione della performance delle amministrazioni pubbliche, sulla base delle seguenti norme generali regolatrici della materia:
- revisione e semplificazione degli adempimenti a carico delle amministrazioni pubbliche, al fine di valorizzare le premialità nella valutazione della performance, organizzativa e individuale;
- progressiva integrazione del ciclo della performance con la programmazione finanziaria;
- raccordo con il sistema dei controlli interni;
- valutazione indipendente dei sistemi e risultati;
- revisione della disciplina degli organismi indipendenti di valutazione.
Il Dipartimento predisporrà linee guida che semplifichino gli aspetti procedurali e documentali del ciclo della performance; promuoverà interventi presso le amministrazioni che consentano un progressivo rafforzamento della capacità amministrativa e delle competenze necessarie a sviluppare la valutazione della performance; favorirà la sperimentazione e il confronto tra buone pratiche. Il Dipartimento si avvarrà dell’indirizzo tecnico-metodologico della Commissione tecnica per la performance. Per assicurare l’indipendenza del processo di valutazione, il Dipartimento costituirà l’Elenco nazionale dei componenti degli OIV. Il Regolamento ha previsto che con decreto del Ministro per la semplificazione e la pubblica amministrazione, da emanarsi entro il 30 ottobre 2016, siano stabiliti anche i limiti relativi all’appartenenza a più organismi indipendenti di valutazione, nonché criteri e parametri di riferimento per i compensi. Il Dipartimento, infine, promuoverà la Rete Nazionale per la valutazione delle amministrazioni pubbliche al fine di valorizzare le esperienze di valutazione esterna delle pubbliche amministrazioni